Cerfoglio selvatico

  • Nome scientifico : Anthriscus silvestris (L.) Hoffm.
  • Nome comune : Cerfoglio selvatico
  • Famiglia : Apiaceae
  • Fioritura : fine marzo/aprile
  • Località di raccolta : Bois de Vincennes, Paris 12ème, France
  • Colore : bianco
  • Profumo : delicato/erbaceo
  • Tenuta in vaso : 4 giorni c.a.
  • Tipologia in composizione: filler/gesture/protagonista

L’Anthriscus silvestris, meglio noto come Cerfoglio Selvatico, è una pianta della famiglia delle Apiaceae/Umbelliferae. La fioritura avviene tra fine marzo e aprile, nei prati ombreggiati o nel sottobosco, dove la terra fertile e umida ne favorisce la rapida crescita. Il cerfoglio è considerato infatti una pianta infestante per la facilità di propagazione e la crescita smisurata (puo’ arrivare ad 170 cm di altezza!). “Altezza mezza bellezza” : per il cerfoglio selvatico questo proverbio calza a pennello. Passeggiando nel Bois de Vincennes a Parigi, all’imbrunire, quando il sole filtra basso tra i rami, mi sono spesso ritrovata ad ammirare queste distese bianche ai bordi dei vialetti : milioni di piante di cerfoglio in fiore, alte come me. Un mare di nuvole bianche dall’odore erbaceo e soffice.

Ne ho racolto un bel mazzo, da portare a casa. In questi giorni di quarantena non ho modo di acquistare dei fiori e non potendo fare a meno della bellezza, la cerco dove posso e la creo con quello che trovo o che la natura spontaneamente mi offre*. Il fiore del cerfoglio è versatile : mi piace per dare un tocco sbarazzino ad un mazzo campestre, come “riempitivo” (filler) o per dare del movimento (gesture), ma mi piace anche e soprattutto come unico protagonista, in grandi vasi trasparenti o impreziosito da un nastro per un delicato bouquet da sposa (leggi il mio post su DIY Les Fleurs de Gabriel o guarda il tutorial del bouquet da sposa sul mio canale youtube https://www.youtube.com/watch?v=BdcbGKr9zK0).

TIPS : Se non avete le forbici e volete raccogliere del cerfoglio, fate attenzione a come spezzate il gambo: agite sempre dove c’è una biforcazione della pianta in modo da non dannerggiarne e indebolire il fusto. Una volta a casa, tagliate i gambi di un centimetro, puliteli dalle foglioline superflue e mettete il vostro mazzo in abbondante acqua fresca, al riparo dal sole diretto.

* Fate sempre attenzione ai fiori che raccogliete : se sono rari o in via di estinzione NON raccoglieteli MAI. La natura ci offre tanto, sta a noi non abusarne.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...