Bridal bouquet di Cerfoglio selvatico

Il cerfoglio selvatico mi piace da matti, lo trovo etereo, delicato, e fa molto foresta incantata : è l’essenza perfetta per realizzare un delicatissimo bouquet da sposa. Super primaverile e super romantico, non trovate?

Occorrente :

  • Cerfoglio selvatico, circa 20/25 steli
  • Forasacco (facoltativo)
  • Spago o rafia
  • Nastro
  • Forbici da fiorista
  • Forbici da tessuto

Iniziamo raccogliendo il cerfoglio : io ne ho raccolto un bel mazzo mentre passeggiavo nel bosco vicino a casa, il Bois de Vincennes nel 12esimo arrondissement a Parigi. Ho colto anche delle “spighe” verdi (non sono delle vere e proprie spighe), meglio note col nome di Forasacco.

Suggerimento iniziale. Quando raccogliete il cerfoglio (lo trovate nel sottobosco o nelle radure ombreggiate) cercate degli steli belli lunghi e fate attenzione al punto in cui spezzate il gambo (se non avete le forbici con voi) : spezzatelo in corrispondenza della biforcazione dei gambi altrimenti rischierebbe di rovinarsi piegandosi su se stesso.

Una volta a casa, pulite i gambi eliminando le foglioline superflue, tagliate di un centimetro i gambi di cerfoglio e spighe e metteteli in un vaso con abbondante acqua fresca. In realtà, volendo, è già bello così (guardate come lo utilizzo per arredare la casa >>> https://lajeunebotaniste.com/2020/05/03/il-cerfoglio-selvatico-sinvita-nella-casa-di-aprile/)

Passiamo a comporre il nostro bouquet da sposa : per cominciare prendiamo uno stelo abbastanza robusto, procediamo incrociando un altro stelo, poi sovrapponiamone un altro, sempre incrociando e sempre seguendo lo stesso verso, poi un altro e così via fino ad ottenere una forma rotondeggiante. Potete intervallare il cerfoglio con le spighe verdi per accentuare il carattere campestre del vostro bouquet oppure scegliere di utilizzare solo il cerfoglio per un effetto nuvola, molto delicato, chic e decisamente piùgypsofilq originale della vista e rivista gypsophila bianca (il cosiddetto “velo da sposa”, per intenderci), che fa molto anni ’90.

Una volta raggiunto il diametro desiderato (diciamo che 25 cm secondo me è perfetto), allargate delicatamente i gambi per dare ariosità al bouquet, aggiustateli tagliando l’eccedenza, e siete pronte per fissare il tutto con lo spago o la rafia. Ciò fatto, passate al nastro, ultimo tocco per dare carattere al vostro bouquet da sposa. Io ho scelto una fettuccia in gros grain color burro. Coprite la rafia con il nastro, fate un bel fiocco e lasciatelo cadere un po’ lungo.

Tips

Se volete che il vostro bouquet sia freschissimo, realizzatelo subito dopo aver raccolto il cerfoglio oppure l’indomani. In ogni caso, il cerfoglio tiene bene in vaso fino a 3 massimo 4 giorni a seconda della temperatura.

A me piace così, total white, ma potete aggiungere dei tocchi vegetali : le spighe verdi o delle foglie primaverili come quelle della betulla, che in aprile sono ancora tenerelle e verdi chiaro.

Il cerfoglio è molto facile da usare nelle composizioni floreali perchè le sue multiple ramificazioni fanno già gran parte del lavoro 😉 Sperimentate !

PS: Per il video tutorial del bridal bouquet, c’est par ici :

PS.2: Per la scheda botanica sul Cerfoglio, andate nella sezione “L’erbario di Clara” 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...